Presentazione del Modello

La Cooperativa Medici Milano Centro ha adottato, in data 30 marzo 2017 il Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ed il Codice Etico in applicazione del Decreto Legislativo 8 giugno 2001 n. 231 – “Disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica”.

Il Modello ed il Codice Etico intendono formalizzare i principi, le regole e le procedure finalizzate a prevenire comportamenti illeciti da parte di dipendenti e collaboratori esterni, nello svolgimento delle rispettive attività.

Il Codice Etico definisce i comportamenti individuali di tutte le persone che operano per la cooperativa.

Il Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo analizza le diverse attività della Cooperativa individuando quelle a possibile rischio di reato ed individuando le misure da adottare per prevenire i reati indicati dal Decreto e per i quali la cooperativa può essere chiamata a rispondere in sede giudiziaria.

Il CODICE ETICO impegna donne e uomini che ricoprono incarichi amministrativi, le socie e i soci, le dipendenti e i dipendenti, le collaboratrici e i collaboratori della Cooperativa a comportarsi in modo: Democratico; Onesto; Equo; Indipendente; Responsabile; Trasparente; Corretto. Ogni azione deve essere rispettosa delle leggi e dei contratti, dei diritti delle persone, della regolarità del lavoro, della sicurezza e salute nei luoghi di lavoro, della tutela della Privacy, dell’ambiente e della comunità.

Per la Cooperativa Medici Milano Centro l’eticità dei comportamenti non può essere valutata solo in base alla semplice osservanza formale delle norme di legge e dei regolamenti, ma deve fondarsi su un’adesione sincera e totale ai principi che ispirano i valori fondanti dell’esperienza cooperativa.

Decreto Legislativo 8 giugno 2001 n. 231

Nel MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO sono definiti i compiti, le responsabilità e le competenze delle funzioni aziendali della Cooperativa medici Milano Centro  utili a prevenire la commissione di reati e a consentire un miglior raggiungimento di obiettivi e mission attraverso: efficacia ed efficienza della gestione interna, l’attenta gestione del bilancio e delle attività economiche, rispetto di leggi e delle norme sugli appalti ed i contratti, l’attenzione al lavoro ed alla sicurezza, rispetto dell’ambiente, sicurezza del sistema informativo.

Al fine di garantire la Cooperativa dal rischio di reati presupposti, ai sensi del D.Lgs 231/2001, diventa indispensabile per la corretta gestione della Cooperativa, implementare una analisi approfondita del risk management inteso come sistema di gestione e prevenzione dei rischi di incorrere in reati.

Il Modello, in linea con le disposizioni contenute nel D.Lgs. 231/2001 e le linee guida proposte dall’ associazione di rappresentanza, è mirato a garantire lo svolgimento delle attività nel rispetto della normativa vigente e delle previsioni del Codice Etico.

Nella redazione del Modello sono state affrontate le seguenti fasi.

  1. Analisi preliminare delle aree, individuando i processi a rischio reati/illeciti attraverso completa mappatura e valutazione dei rischi per singolo reato.
  2. Approfondimento delle modalità di lavoro all’interno delle aree operative della cooperativa ritenute più esposte ai rischi di reato-presupposto rilevanti ai fini della responsabilità amministrativa di impresa, con attenzione all’individuazione dei soggetti che, per funzioni loro attribuite e poteri esercitati, potrebbero compiere condotte vietate.
  3. Individuazione di specifiche procedure di prevenzione e controllo cui attenersi per ciascun processo sensibile con la definizione delle modalità di azione e controllo delle conformità da parte dell’Organismo di Vigilanza.
  4. Gli obblighi di formazione e di informazione all’Organismo di Vigilanza.
  5. Definizione di misure disciplinari che sanzionino il mancato rispetto delle procedure indicate dal Modello.

 

Il Modello è sottoposto a verifica periodica, viene modificato nel caso in cui siano rilevate significative violazioni delle prescrizioni delle norme di riferimento o variazioni delle aree di attività della cooperativa, al sistema di deleghe, ed alle procedure operative attuate.

Contestualmente alla adozione del Modello la Cooperativa CMMC ha provveduto a nominare un Organismo di Vigilanza monocratico, incaricato di controllare la corretta ed efficace attuazione del modello organizzativo, che risponde ai requisiti di autonomia, indipendenza, professionalità, continuità di azione.

Potete segnalare all’Organismo di Vigilanza ogni rilevante condotta illecita che, in buona fede e sulla base della ragionevole convinzione fondata su elementi di fatto, riteniate essersi verificate, o di violazioni del modello di organizzazione e gestione dell’ente di cui siate venuti a conoscenza.

L’OdV è tenuto alla massima discrezione e a non comunicare, salvo espressa volontà degli interessati, le fonti di tali segnalazioni nonché a tutelare i segnalanti da azioni ritorsive o discriminatorie.

E’ possibile contattare l’Organismo di Vigilanza al seguente indirizzo Organismo di Vigilanza – Cooperativa Medici Milano Centro Via Giuseppe Cesare Abba, 24 – 20158 MILANO – Italia o tramite l’indirizzo di posta elettronica amministrazione.cmmc@cos.it